• La Comprensione è Del Cuore-essenza, Mentre Il Capire è Condizione Della Mente Veicolo

  • Capire Intellettualmente è Una Cosa, Comprendere è Un’altra. Dove C’e’ Comprensione C’e’ Svelamento di Verità

  • Comprendere Significa Con-prendere, Prendere Con Sé, Incorporare, Vivere


FRATER IN UNUM AUM

MAESTRO SPIRITUALE

SUA SANTITA' REV.MA JANMA SIDDHA-GURUDEVA-JI-SRI-SWAMI DIKSHANANDA

LEGGI DI PIÙ

Vice Presidente

Fr. Sadaka Syat Maurizio Feraudo

LEGGI DI PIÙ



Collegio Probiviri

Fr. Sadaka Syat Pierpaolo Zuccheri

Sr. Sadaka Aurelia Trisciuzzi

Fr. Sadaka Syat Bruno De Vivo

Dipartimento Legale

Avv. Fabrizio Pacileo




"Cos'è il nostro insegnamento"

Il nostro insegnamento Esoterico Filosofico Iniziatico Spirituale e Mistico ha lo scopo e il fine di portare l'uomo verso la conoscenza e attraverso di essa che può ritrovare la sua natura Divina. Cioè l'uno senza secondo.

Il nostro insegnamento è Universale dal punto di vista dell'individuo: lo studio del macrocosmo attraverso lo studio del microcosmo. Trae da ogni scienza - astronomia, astrologia, numerologia, fisiognomica, fisica, chimica, alchimia, Ayurveda(la medicina tradizionale indiana) psicologia, parapsicologia, matematica, geometria, cosmogonia, jiotish etc. per rendere disponibili strumenti per la realizzazione dei più alti ideali filosofici nella vita di tutti i giorni.. Invece di separare e categorizzare le diverse aree della conoscenza umana, il nostro insegnamento raccoglie come perle su un filo. Lo straordinario rosario che così si forma è uno strumento unico per valorizzare la vita fisica, mentale e spirituale di uomini e donne.

Possiamo dire che l'iniziato degli Aurei Messaggeri d'Oriente studia l'albero della vita stesso invece che limitarsi a considerarne i singoli rami. Questo albero, il macrocosmo, è la grande organizzazione dei diversi elementi uniti dalla legge comune (Dharma) che è condizione essenziale della loro stessa natura. Il nostro insegnamento vuole comprendere la legge che sottende i diversi fenomeni nel mondo dell'esistenza relativa (maya) e usarla a promuovere lo sviluppo della coscienza individuale.

Il nostro obiettivo e quindi espandere la consapevolezza nei diversi stati di coscienza: veglia, sogno e sonno profondo. Per riuscirci abbiamo bisogno di una sorta di "deprogrammazione" e "riprogrammazione" del nostro comuputer umano. Nascere in un particolare luogo in un momento specifico, con certe eredità, in un certo scenario, ci fornisce il programma di base. Se ci accontentiamo dei risultati e viviamo le nostre vite senza troppi problemi, non vedremo alcuna necessità di cambiare. Ma quando viviamo grandi difficoltà o cominciamo a cercare qualcosa che vada oltre il nostro limitato "programma" quello è il momento in cui abbiamo bisogno di una via per modificarlo. Il nostro insegnamento provvede metodologia e strumenti. Insegna a identificare i diversi fattori che influenzano pensieri e sentimenti e a trascendere gli ostacoli che, nascendo da ignoranza, intolleranza, attaccamento alla nostra natura animale ed egoismo, ci impediscono di evolvere. Rifinendo pensieri e sentimenti con l'aiuto delle pratiche, impariamo a creare in noi pace, armonia e ordine. Il nostro insegnamento aiuta quindi a trovare "il" punto e la centratura necessaria a liberare da ogni limite la nostra coscienza.


- IL MARCHIO SULLA FRONTE DI KAROL WOJTYLA -

KAROL WOJTYLA riceve il MARCHIO DI SHIVA sulla FRONTE

"OGNI UOMO E' UN CRISTO"

- Karol Wojtyla -
Karol Wojtyla, nella sua sfrenata APOSTASIA, accettò di buon grado questa "ILLUMINAZIONE" e
"apertura" ad ogni religione, accettando l'INIZIAZIONE e il
MARCHIO DI SHIVA sulla FRONTE,
davanti a tutto il mondo. Questo gesto incredibile non venne minimamente preso in considerazione dai tanti fedelissimi
seguaci del "papato", ormai indifferenti a tutto.

KAROL WOJTYLA riceve il MARCHIO DI SHIVA SULLA FRONTE, segno INIZIATICO di "illuminazione":